Palestra di Botta e Risposta in Expo 2015

Venerdì 10 luglio 2015
Parco della Biodiversità, Teatro della Terra – EXPO 2015 Milano

L’Expo 2015 può essere una vetrina, un grande e speciale ristorante o un luogo di confronto. Noi vogliamo valorizzare quest’ultima dimensione dell’Expo 2015.
Le questioni dell’accesso al cibo e della sua sicurezza, che pongono dilemmi di svariata natura (etici, ecologico-ambientali, sanitari, economici, legislativi) sono due dei problemi attuali in assoluto più controversi e aperti. Chi è favorevole e chi è contrario hanno entrambi buone ragioni.
Al momento nessuno è in grado di dare delle risposte assolutantente certe in merito. Come cercare di chiarirsi un po’ le idee? Come uscirne?
Ponendo le ragioni pro e contro sui piatti della “bilancia della ragione”, come avviene nel progetto di formazione al dibattito rivolto agli studenti di scuola superiore, denominato Palestra di botta e risposta.
L’iniziativa è attivata dal 2006 dall’Università di Padova, in modalità di dibattito regolamentato e in forma di torneo di disputa.
Un quesito chiaro, due posizioni contrapposte, un podio, tre giudici che valutano qualità, quantità, pertinenza degli argomenti proposti dalle due squadre di studenti disputanti e capacità di esposizione. Il verdetto verterà non sul merito della questione, ma sulla capacità dialettica delle controparti.
Essendo questa una sorta di disputatio attualizzata, al termine si confronteranno sul merito della questione due Magistri disputationis, di opposta tendenza: il chimico, ricercatore e divulgatore scientifico Dario Bressanini (pro ogm) e l’avvocato, giornalista e fondatore di Great Italian Food Trade – GIFT Dario Dongo (contro ogm). Modera Roberta Crivellaro, nello spirito e nella convinzione che “se non ci fosse un’opinione contraria bisognerebbe inventarla” (J. Stuart Mill) perché “chi ti critica non deve suscitare la tua irritazione, ma la tua attenzione” (M. de Montaigne).